Il Ragusa Calcio studia il riscatto

Coppa Italia, oggi il ritorno con il Santa Croce


08 Settembre 2019

“La squadra sta lavorando con serenità, ha voglia di rivalsa, sa di essere venuta meno alle aspettative, anche eccessive, dei supporters ma certamente cercherà di ribaltare il risultato per ottenere la qualificazione. A prescindere dal punteggio finale, però, mostreremo ai nostri tifosi il valore reale di questo gruppo”. 

Parola di mister Alessandro Settineri, che in settimana, almeno nelle dichiarazioni, non ha fatto drammi per quanto accaduto domenica scorsa al Kennedy di Santa Croce, quando gli azzurri sono usciti sconfitti con il punteggio di 3-1 nella gara valida come andata del primo turno di Coppa Italia del campionato di Eccellenza. 

“Ci stiamo allenando con grande attenzione – continua il mister – e siamo convinti che quello di domenica è stato un incidente di percorso. I ragazzi sono molto amareggiati per la figura rimediata ma, soprattutto, sono coscienti che possono fare molto ma molto di più. E, di certo, lo dimostreranno. Sono consapevoli dei propri mezzi per cui cercheranno di mettere in campo tutta la propria forza senza dimenticare che, comunque, il Santa Croce è un avversario valido e lo ha dimostrato”. 

Queste le premesse, dunque, della sfida in programma oggi alle 16, allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio. 

Un’occhiata al calendario d’Eccellenza, pubblicato nei giorni scorsi, a questo punto, è d’obbligo. 

Per la prima giornata, gli azzurri esordiranno sul campo dell’Enna. La prima in casa è fissata per il 22 settembre, contro lo Sporting Pedara. Poi subito trasferta a Palazzolo e quindi il 6 ottobre tra le mura amiche con l’Atletico Catania. 

Il gruppo di cinque partite si concluderà il 13 ottobre sul campo del Real Siracusa Belvedere. 

“E’ il nostro calendario – sottolinea Settineri – e non ci sono partite facili o difficili. Tutto dipenderà da noi. Non dimentichiamo che la squadra è giovane, è nuova e che, quindi, abbiamo bisogno di tempo per trovare la classica quadratura del cerchio. Cambia poco chi incontriamo. Le squadre saranno tutte da affrontare e dovremo misurarci con ciascuna di loro per comprendere sino in fondo il nostro valore. Ci sono, senza dubbio, delle formazioni che hanno un quid in più e che hanno un gruppo rodato. Tra queste Sant’Agata, Palazzolo, Milazzo, San Pio, Giarre e Paternò. Il nostro gruppo è tutto da valutare e da scoprire”. 

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA