Vittoria, "zero cani in canile"

La proposta dell'associazione Reset

article image "Valida opzione per il Comune, vista l'emergenza sanitaria"


10 Aprile 2020

“Nel mese di aprile del 2019, un anno fa quindi, abbiamo partecipato alla presentazione del progetto zero cani in canile. Avviato dal Comune di Comiso si prefiggeva di fare nascere una rete di comuni virtuosi, la maggior parte limitrofi dal punto di vista territoriale, per attivare una collaborazione efficace tesa alla buona applicazione di questa novità. Ci chiediamo perché il Comune di Vittoria non si aggreghi a questa rete in un momento in cui, tra l’altro, a causa dell’emergenza sanitaria, il numero di abbandoni, e quindi il proliferare di randagi, sembra essere in crescita”. 

E’ Alessandro Mugnas dell’associazione Reset a precisarlo sottolineando che, nato nel Comune di Vieste nel 2011, creato dalla dottoressa Francesca Toto, il progetto punta a risolvere la questione del randagismo non con i canili ma attraverso azioni coordinate. 

“Il segreto del progetto – chiarisce Mugnas – è proprio quello dell’attivazione di una strategia che passa per la realizzazione di reti virtuose tra enti locali, cittadini, volontari, Asp, associazioni di categoria e imprese, ma anche forze dell’ordine (Gdf, Polizia, Carabinieri, Polizia Locale), che sostituiscano il sistema del ricovero dei randagi in canili con uno basato su stalli privati gratuiti o incentivati in servizi. Un ambizioso e riuscitissimo progetto che, guarda caso, è stato replicato anche in altre realtà urbane del Sud Italia. Perché Vittoria non si aggrega alla rete già esistente sul territorio casmeneo? Sarebbe un sistema che potrebbe rivelarsi valido per combattere il randagismo e far sì che le risorse economiche destinate a questa problematica, come è già accaduto in altre realtà cittadine in cui il progetto è stato attivato, possano gradatamente diminuire. Noi pensiamo che una chance a questa realtà bisognerebbe darla. Chissà che non possa essere questa la strada per cercare di rimediare all’incremento del numero di abbandoni registrato anche a Vittoria”.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA