Marcialonga Avis, grande successo

Quasi 1.200 iscritti per la nona edizione a Ragusa

article image La Marcialonga dell'Avis di Ragusa, ieri, per le vie principali del Centro Storico Superiore


13 Maggio 2019

Una nuvola bianca di iscritti, 1152 per l’esattezza, ha partecipato all'edizione 2019 della Marcialonga Avis di Ragusa.

Il corteo dei partecipanti, con cappellino e maglietta d'ordinanza, ha percorso ieri mattina alcune vie della città, scortato dalle forze dell’ordine, in collaborazione con alcuni gruppi di volontari che presidiavano gli incroci più importanti. 

Recuperata dopo anni di silenzio, la Marcialonga ha riscosso grande apprezzamento da parte della comunità, che ha confermato la bontà dell’iniziativa. 

Presente, tra gli altri, anche il sindaco di Ragusa, Peppe Cassì.

Importante il contributo delle Associazioni di Camminatori e dei Rangers, significativa la presenza dell’Admo (Associazione Donatori del Midollo Osseo) e di altre realtà del volontariato della città di Ragusa.

Soddisfatto il presidente dell'Avis di Ragusa, Paolo Roccuzzo, che, insieme al Direttivo Avis Comunale, da mesi si è adoperato nella preparazione dell'evento. 

“La marcialonga è stata una manifestazione di straordinaria partecipazione- ha commentato Roccuzzo - all'insegna della civiltà e per la solidarietà. Una festa per tante famiglie, dunque motivo per stare insieme vivendo le stesse emozioni. I tanti bambini che hanno accompagnato i genitori, sono la prova e la speranza che la cultura della donazione ha un presente ed un futuro. Grazie a tutti per la collaborazione - conclude Paolo Roccuzzo- ad Amuni, Siemu a peri, Rangers, all’Associazione Polizia di Stato, ai ragazzi degli Scout, alla Despar per il ristoro, ai Carabinieri, Polizia Provinciale e ai Vigili Urbani. Un ringraziamento particolare desidero farlo a Nino Fiorenza, per l'impegno, il rigore e la professionalità messi in campo per la messa in sicurezza del percorso”. 

La partenza, allietata da qualche raggio di sole, lasciava trasparire qualche dubbio sui tempi di percorrenza e di arrivo, visto che in mattinata si aspettava la pioggia che è puntualmente arrivata, ma ormai la manifestazione volgeva al termine e tutto si è felicemente concluso, senza grandi disagi. 

La Marcialonga è stata preceduta dalla premiazione dei vari tornei sportivi organizzati all'interno della XXIV edizione di Aviscuola, organizzata dal componente del Direttivo Avis, prof. Elio Accardi, in collaborazione con i docenti di educazione fisica delle scuole superiori di Ragusa.

Nell’Auditorium “Saro Digrandi”, il prof. Elio Accardi, in un clima di festa e di gioia “scolastica”, ha ringraziato tutti i colleghi e i dirigenti scolastici delle scuole interessate che hanno contribuito, nei diversi ruoli, allo svolgimento degli incontri sportivi di Calcetto Maschile, Pallavolo Maschile e Femminile, Pallacanestro Maschile e Femminile, Torneo di Scacchi, Tennis da tavolo e torneo di Rugby Maschile. 

Con orgoglio lo stesso Accardi ha ricordato che le squadre partecipanti sono passate da 82 a 92, che gli incontri disputati sono stati 184, e che gli alunni che hanno fatto lo screening pre donazione sono passati da 169 nel 2017, a 232 nel 2018, e 316 nel 2019. 

E’ stato assegnato il Premio “Educatore Sportivo” alla prof.ssa Francesca Regina, per la disponibilità e l’affabilità che l'ha contraddistinta, premio che viene indicato da tutti i docenti di educazione fisica, partecipanti all’Edizione Aviscuola. 

Targhe ricordo ai colleghi pensionandi prof. Carmelo Messina e prof. Carmelo Distefano, sono state consegnate rispettivamente dai dirigenti scolastici Francesco Musarra e Giovanna Piccitto. 

Premio speciale all’Accademia degli Scacchi di Ragusa. 

Salvo Mandarà, Presidente dell’Avis Regionale, ha sottolineato come i giovani rappresentino una risorsa importante per il futuro, specialmente se essi appartengono alle forze attive e culturali del paese. 

Infine, il presidente dell'Avis di Ragusa, Roccuzzo, ha ringraziato tutti i presenti per i risultati raggiunti, sottolineando l’importanza della scuola nella formazione dei giovani che rappresentano la gioia e la speranza del domani. 

Una targa particolare è stata donata anche al prof. Elio Accardi, con queste parole: “La tua opera umana più bella è di essere stato utile al prossimo”, un segno di riconoscimento dell’Avis, a cui si sono associati, con un’ovazione, tutti i presenti.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA