Trasporto pubblico, serve la Regione

Pozzallo, il Sindaco sugli assembramenti


16 Ottobre 2020

Uno dei problemi legati alla diffusione del contagio da Covid-19 è certamente rappresentato dagli assembramenti dei passeggeri sui mezzi di trasporto pubblico.

Per cercare di limitarlo, nel DPCM del 13.10.2020 è stato individuato un coefficiente di riempimento degli stessi non superiore all’80% della capienza normalmente consentita.

In Sicilia, al momento, ai sensi dell’Ordinanza contingibile ed urgente n.26 del 2 luglio 2020, emanata dal Presidente della Regione Siciliana, più volte prorogata e
tuttora vigente, è consentita invece una percentuale di occupazione sui mezzi di trasporto pubblico del 100%.

Tutto ciò, tra l’altro, in conflitto con il D.L. 125 del 7 ottobre 2020, che fa divieto alle regioni di adottare provvedimenti più permissivi rispetto alle norme nazionali, salvo
d’intesa con il governo, consentendo ad esse soltanto di modificare gli interventi normativi nazionali in senso più restrittivo.

Se questo avviene, per altro, in un contesto di forte ripresa del contagio in ogni parte della nazione, con previsioni di un ulteriore ribasso della percentuale di occupazione
in caso di continuo aumento dei contagi,
buon senso vorrebbe che si intervenisse per modificare l’attuale status quo in Sicilia.

“Credo che diventi improrogabile un intervento del Presidente della Regione di modifica dell’Ordinanza in vigore – afferma il Sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna – oltre che per rispetto della normativa anche del buon senso, consentendo a chi viaggia sui mezzi di trasporto pubblico di poterlo fare con maggiore sicurezza”.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA