Stabilizzazione precari Asp, ci siamo

Arriva la circolare regionale. Ragusa pronta ad applicarla

article image Il direttore generale dell'Asp di Ragusa, Angelo Aliquò


12 Luglio 2019

L’Azienda Sanitaria di Ragusa ha già attivato i propri Uffici per applicare la circolare emanata dall’Assessore della Salute, avv. Ruggero Razza, in data 8 luglio 2019, che detta le linee guida per la stabilizzazione del personale precario storicizzato, ai sensi dell’art. 2 Legge Regionale n. 1/2019 e dell’art. 3 Legge Regionale n. 27/2016. 

Nella circolare sono contenute le indicazioni operative utili per le Pubbliche Amministrazioni, le Aziende Sanitarie e Ospedaliere del Servizio Sanitario Regionale, riguardo all’applicazione delle procedure di reclutamento straordinario previste dalle suddette leggi regionali.
 
La circolare emanata dall’Assessore Razza, consentirà di porre fine alla situazione di precarietà di tanti operatori della sanità che da anni, decenni, vivono una condizione di provvisorietà che non è più tollerabile.
 
"Ho ringraziato l’assessore Razza per la circolare così completa. - afferma il direttore generale dell'azienda sanitaria iblea, Angelo Aliquò - È una risposta chiara e decisa che mette fine alle incertezze di tanti lavoratori e, soprattutto, ci consente di superare questa troppo, lunga e faticosa era del precariato. A giorni proporremo il nuovo Piano del fabbisogno e daremo, così, inizio alle procedure. Vista la disponibilità e apertura del Governo, dell’Assessorato della Salute, in particolare, e dei Deputati della Provincia che, costantemente, ci sono stati a fianco nelle nostre richieste, ci aspettiamo un ritrovato e rinnovato entusiasmo da parte dei lavoratori".

Soddisfatto l'on. Orazio Ragusa, che  sottolinea l’importante risposta fornita dal Governo Regionale, a fronte di una vertenza che riguarda da vicino anche 260 lavoratori della provincia di Ragusa, e che adesso potranno contare su una occupazione stabile.

“Ricordo che nei mesi scorsi – afferma l’on. Ragusa – abbiamo partecipato a una serie di incontri con il personale dell’ospedale Maggiore di Modica, dove è più concentrata la presenza di questi profili professionali in attesa di stabilizzazione, che chiedevano risposte. La Finanziaria che aveva dato il via all’iter per risolvere la questione con il personale precario storicizzato negli enti locali territoriali, rischiava di lasciare fuori queste figure. Per questo, abbiamo chiesto al Governo Regionale di intervenire e adesso la disposizione emanata dall’assessorato regionale alla Salute consente non solo di fare chiarezza, ma anche di salvaguardare queste unità di personale che saranno a loro volta stabilizzate". 

Meno entusiasta il commento, non certo sul merito, dell'on. Dipasquale. “Avevamo più volte denunciato - spiega - il fatto che il Governo Regionale aveva dimenticato di questo personale precario, e speriamo che non si perda molto tempo per le procedure necessarie ad avviare la stabilizzazione. Un risultato che si sarebbe potuto raggiungere già da tempo - commenta in conclusione il parlamentare ibleo - e auspichiamo che quanto prima i lavoratori precari dell’Asp di Ragusa e le loro famiglie, in queste condizioni in alcuni casi anche da decenni, possano ottenere finalmente quella tranquillità tanto agognata e che gli spetta”.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA