Pronto Soccorso, attese troppo lunghe

Conferenza dei Sindaci chiesta dal sindaco di Pozzallo


20 Gennaio 2019

Il servizio di emergenza-urgenza è il pilastro fondamentale della sanità.

E' l'incipit della nota inviata dal sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna, al primo cittadino di Ragusa, Peppe Cassì, in qualità di Presidente della Conferenza dei Sindaci, per chiedere un incontro urgente dell'organismo sul tema delle lunghe attese nei tre Pronto Soccorso della provincia. 

"La grave situazione - spiega il primo cittadino del comune ibleo - è determinata non solo dalle carenze di personale sanitario ma anche, se non soprattutto, dalla scarsa disponibilità di posti letto per acuti nelle Unità Operative dei nosocomi iblei. Tale situazione, in questo periodo, si è ancora di più aggravata a causa della sindrome influenzale che ha colpito buona parte della popolazione della provincia. L’indice ottimale nazionale, la media di posti letto/abitante nelle Unità Operative, è individuato nel 3per mille, quello siciliano è del 2,7/2,8 per mille, mentre quello provinciale arriva appena al 2,2 per mille".

Ammatuna sottolinea l'impegno immediato attivato dal Commissario Straordinario dell'Asp di Ragusa, Angelo Aliquò. Ma, secondo il sindaco, non basta.

"Il suo meritorio intervento - spiega - non può essere sufficiente per arrivare alla risoluzione del problema. E’ importante, quindi, che la Conferenza dei Sindaci della provincia di Ragusa intervenga nei confronti dell’Assessore regionale alla Sanità, per sollecitare l’aumento della dotazione di posti letto nelle Unità Operative per acuti della provincia”.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA