Le donazioni all'Asp di Ragusa

Tre esempi importanti per affrontare l'emergenza

article image Il dottor Piero Bonomo con i due ventilatori polmonari donati da una famiglia del novarese


26 Marzo 2020

Tante le manifestazioni di solidarietà concreta rivolte alla sanità iblea per affrontare l'emergenza Coronavirus sul territorio provinciale. Tre esempi, importanti, ci vengono forniti da altrettante storie. Eccole.

 

AL MAGGIORE DI MODICA DONATI DUE VENTILATORI POLMONARI DA UNA FAMIGLIA DEL NOVARESE 
 
Sono arrivati di prima mattina i coniugi Giovanni Boroli e Isabella Focali, una coppia del novarese che da tempo ha deciso di vivere nella nostra Sicilia, precisamente a Rosolini, consegnando al direttore sanitario del presidio ospedaliero di Modica, dott. Piero Bonomo, i primi due ventilatori polmonari che serviranno, in questo periodo di emergenza da Covid-19, a dare risposte più veloci ed efficaci ad uno dei problemi maggiormente critici di questo momento: la carenza di macchinari nelle strutture ospedaliere.

Il direttore Bonomo ha ringraziato la coppia, sottolineando che la loro donazione dimostra grande solidarietà e un forte senso civico da parte dei cittadini. 
 
La Direzione generale dell’Azienda Sanitaria ringrazia tutti coloro che in queste ore fanno sentire vicinanza e affetto. 

"Avere questi respiratori ci permette di spostare il paziente con agilità da una struttura all’altra. In particolare, averli in donazione, ci consente di poterne disporre immediatamente. In questi giorni di emergenza sono in tanti a sostenere gli operatori sanitari che stanno facendo un lavoro straordinario 24 ore su 24. 

Tanti cittadini stanno facendo la loro parte anche con piccoli pensieri. 

 

MUTIKA EXPERIENCE DONA 20.000 EURO PER L'ACQUISTO DI DUE VENTILATORI POLMONARI

Stefano Giaquinta, Amministratore delegato di B&T Management, proprietaria di Mutika Experience Management Company, ed il suo Team, desiderano contribuire al grande sforzo collettivo necessario ad affrontare questa terribile emergenza donando 20.000 euro per l’acquisto di due ventilatori polmonari da destinare al reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale Maggiore di Modica, hub nel Ragusano per la gestione della pandemia Covid-19.

“In un momento così difficile per il nostro amato Paese, sentiamo il dovere di dare il nostro contributo alla lotta contro questa epidemia con l’acquisto di due ventilatori polmonari che vanno a potenziare le dotazioni a disposizione del nostro Ospedale. Io stesso nella mia infanzia sono stato a lungo ricoverato in ospedale per problemi respiratori, per cui sono particolarmente sensibile a questo tema. Ringraziamo sin da subito gli amministratori della città di Modica, i dirigenti dell’Asp di Ragusa e in particolar modo tutti gli operatori sanitari per il loro prezioso e insostituibile lavoro al servizio della salute dei nostri cari. Rimaniamo fiduciosi e positivi nella convinzione che con il contributo e il senso di responsabilità di tutti, supereremo questo difficile momento sapendo di poter contare gli uni sugli altri. Presto ricorderemo questi mesi come qualcosa che ci ha reso più forti e che l’Italia sarà sempre il Paese delle opportunità, il Paese che ci rende orgogliosi perché quello che ha da offrire è unico e speciale. A nome mio e del mio team, sperando di aver fatto cosa utile, rivolgo un caro saluto a tutti”


L'INDUSTRIALE GIOVANNI DAMIGELLA DONA LAVATRICE E ASCIUGATRICE AL PRONTO SOCCORSO DELL'OSPEDALE GIOVANNI PAOLO II DI RAGUSA

Un lavatrice ed un’asciugatrice per il reparto di Pronto Soccorso dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa.

L’industriale di Chiaramonte Gulfi, Giovanni Leonardo Damigella, amministratore unico della Mondial Granit spa, impresa di produzione e commercializzazione di marmi, pietre e graniti, ha donato al reparto ragusano un importante strumento che potrà rivelarsi di vitale importanza nel periodo dell’emergenza Covid 19. 

Le due attrezzature saranno montate oggi, alle 9, nei locali della struttura complessa di Medicina e Chirurgia d’accettazione e d’urgenza (Pronto Soccorso).

“Ho appreso di questa necessità per il reparto ragusano – spiega Giovanni Leonardo Damigella – che potrebbe diventare essenziale e prioritaria per la sanità ragusana, nel caso in cui si dovesse aggravare la situazione di emergenza e dovesse insorgere un maggior numero di casi da affrontare. Per il reparto, diventa importante poter avere dei macchinari che consentano di lavare, sterilizzare e sanificare tutto, con tempi molto rapidi. Volentieri ho deciso di donare questa attrezzatura. È il contributo che un’azienda come la nostra, profondamente inserita nel territorio e che cerca di dare un contributo importante all’economia locale, può dare in questo momento di emergenza, cercando di garantire il diritto alla salute di tutti”.

La lavatrice, marca Haier, ha una capacità di 9 chili (il doppio rispetto all’elettrodomestico casalingo) ed ha una funzione vapore igienizzante. L’asciugatrice, anch’essa di otto chili, ha una funzione dedicata anche per la lana. Entrambe sono state fornite dalla ditta Triumph di Corallo a Ragusa.

Giovanni Leonardo Damigella non è nuovo a gesti a gesti di solidarietà. Già in passato si è distinto per donazioni a favore delle categorie più deboli, svantaggiati o a favore di realtà di volontariato che operano nel sociale.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA