Sociale Ragusa, favorevoli e contrari

Lega soddisfatta, M5S critico


26 Marzo 2020

Ragusa in ritardo rispetto agli altri comuni iblei nell'attivazione degli aiuti alle persone in difficoltà causa emergenza Coronavirus; alcune proposte sono state avanzate proprio martedì sera, durante un confronto in Comune con la Caritas, dallo stesso Sindaco Cassì.

E la politica si divide, come sempre, tra favorevoli (non si capisce bene a cosa, visto che gli altri Comuni iblei si sono già mossi, n.d.r.) e contrari (che però non sanno far altro che rimandare all'infinito gli stessi concetti, senza andare oltre, n.d.r.).

Ecco le note di M5S, ovviamente critico, e Lega Ragusa, favorevole. Se questo è il quadro della politica locale, aggiungiamo noi, non stiamo certo allegri. 

 

L'EMERGENZA SANITARIA E LE NON SCELTE DELLA GIUNTA MUNICIPALE DI RAGUSA, L'ATTACCO DEL CAPOGRUPPO M5S, SERGIO FIRRINCIELI

“Sembra che il Sindaco non intenda darci ascolto e siede allo stesso tavolo con la Caritas per dare soddisfazione a se stesso, non attivando alcunché di concreto. Vogliamo iniziative vere, tangibili e non il classico "armiamoci e partite". Così non può andare”.
 
E’ quanto afferma il capogruppo del Movimento Cinque Stelle Ragusa, Sergio Firrincieli, con riferimento alla proposta già avanzata di creare un fondo di solidarietà devolvendo intanto parte delle indennità di chi amministra oltre al gettone di presenza dei consiglieri comunali dei mesi di marzo e aprile.
 
Firrincieli è critico. 

“Il Sindaco – aggiunge – ci ha comunicato un iban e una causale. E poi? Prenda esempio dal nostro movimento a livello nazionale, da partiti come quelli che compongono anche la sua Giunta, che vorremmo spingessero dall’interno nella stessa nostra direzione. Abbiamo dichiarato che nel contesto di questa emergenza, avremmo messo da parte le identità politiche per fare fronte comune ad un mostro invisibile che però già vediamo manifestarsi concretamente. Chiamiamo quindi tutti alle armi nella battaglia più difficile che mai potevamo trovarci a combattere. E come in tutte le battaglie ci vuole un leader, un capitano che sappia condurre il proprio esercito e che armi in resta sia il primo a guidare l'assalto. Cassì è in grado di farlo? Ha le idee chiare su quali sono gli obiettivi e su come agire in questa fase? Non siamo politici, io per primo l'ho sempre affermato, siamo uomini del popolo. E come tali siamo chiamati a risolvere i problemi del quotidiano come fanno la maggior parte dei ragusani. E oggi i ragusani vogliono soluzioni e in questo momento le soluzioni si chiamano: possibilità di fare la spesa, pagare le bollette e comprare le medicine. Ecco perché delle non soluzioni del Sindaco Cassì al momento i ragusani non sanno che farsene. Ci vogliono fatti, caro Sindaco, non parole”.


 
LA LEGA DI RAGUSA MANIFESTA LA PROPRIA SODDISFAZIONE

“Dopo avere lanciato l’idea nei giorni scorsi, e dopo che la stessa è stata sottoposta all’attenzione del primo cittadino anche dalla nostra consigliera comunale Maria Malfa, il Sindaco di Ragusa ha risposto con un confronto operativo tra l’amministrazione, attraverso gli uffici dei Servizi sociali, e la Caritas diocesana. Bene, è questo il modo di operare per cercare di dare risposte di un certo tipo alla collettività ragusana in un momento alquanto complicato”. 

Parola del commissario della Lega Ragusa, Massimo Iannucci, il quale mette in evidenza l’attenzione che la Giunta municipale ha riservato alle proposte del partito salviniano. 

“Ci sembra che, quello della collaborazione – aggiunge Iannucci – sia lo spirito giusto per arrivare a garantire delle indicazioni concrete a quelle persone che già accusavano problemi dal punto di vista del sostentamento e a cui, adesso, si uniranno le altre che non sono mai state abituate all’assistenza sociale e rispetto a cui occorrerà individuare formule adeguate per aiutarle. Non è un percorso semplice ma sono convinto che il Sindaco Cassì, così come ha già dimostrato di sapere fare confrontandosi con la Caritas, troverà l’adeguata soluzione. E, inoltre, è importante diffondere il più possibile la notizia che il pagamento dei tributi locali sarà differito, illustrando con la massima attenzione le modalità di questo intervento, per evitare che qualcuno possa rimanere indietro. Noi forniremo il nostro sostegno rispetto a questo percorso e soprattutto, quando sarà necessario, formuleremo altri suggerimenti operativi. In ogni caso, la strada sembra tracciata anche alla luce dell’incontro di martedì sera tra Sindaco e operatori del settore”. 

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA