Ragusa Catania, l'ora X

Oggi la mobilitazione del territorio. La risposta sara' adeguata?

article image Non è più tempo di indugiare. Il territorio vuole il raddoppio della Ragusa Catania


11 Maggio 2019

"Possiamo incidere su quello che accade a Ragusa. Non ci possiamo permettere l'indifferenza". 

E' l'appello, via social, lanciato dal Sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, in vista della manifestazione di oggi.

Una marcia lenta, dal distributore di c.da Bruscè fino a Coffa, per sollecitare il Governo Nazionale a fare presto sul raddoppio della Ragusa-Catania.

Le nostre opinioni sulla vicenda, le abbiamo già espresse in diverse occasioni, con relative previsioni su quello che accadrà nei prossimi giorni. 

E' chiaro, però, che l'appello del primo cittadino, assume un connotato diverso e più generale.

E' importante, infatti, capire quanto il territorio è disposto a mobilitarsi, facendo presente la propria indignazione "per una situazione - come sottolinea lo stesso Cassì - incomprensibile e inaccettabile. Non è pensabile che l'Italia debba concludersi 70 km prima del confine. Il raddoppio della Ragusa Catania non è un'opzione, è una necessità". 

E' questo, al di là della questione politica, l'aspetto più importante della mobilitazione odierna. Peraltro, alla luce delle numerose adesioni delle forze politiche, sociali e istituzionali, si attendono numeri importanti; in questo caso, la riflessione assumerebbe connotati ancora più importanti. Staremo a vedere.

Nel frattempo, il territorio incassa l'adesione e la vicinanza del Governo Regionale; lo sottolinea l'assessore alle Infrastrutture, Marco Falcone.

"Bene, dunque, che si scenda in strada per sollecitare risolutezza nel Governo nazionale, cui chiediamo di interrompere la melina in corso e di far seguire alle parole i fatti. La Catania-Ragusa è un'opera irrinunciabile che garantirebbe una svolta per il territorio di ben tre province. Il Governo Musumeci - afferma Falcone - ha finora fatto tutto il possibile per venire incontro al Governo Nazionale: ha assicurato le risorse necessarie per compartecipare alla costruzione dell'opera; ha avanzato l'idea di far scendere in campo il Cas per rafforzare la compagine societaria. Infine ha proposto la riprogrammazione di circa 450 milioni di euro per realizzare la strada, fosse il caso a totale carico del pubblico. La Regione - conclude Falcone - continuerà a restare in prima linea".

Oggi, non è il tempo dell'analisi delle parole riportate poco sopra, anche se non mancheranno le occasioni, in vista del Cipe del 13 maggio, per un'analisi più approfondita. 

Nel frattempo, la Questura di Ragusa, in merito alla manifestazione di oggi, sottolinea che, nel tratto di strada su cui si svilupperà la marcia lenta, potrebbero verificarsi "rallentamenti alla circolazione veicolare. Pertanto, si comunica agli utenti della strada e ai viaggiatori in partenza dall'Aeroporto Pio La Torre di Comiso, nella fascia oraria compresa tra le 9 e le 14, di raggiungere lo scalo aeroportuale con congruo anticipo, al fine di non compromettere le relative operazioni d'imbarco". 

Il territorio risponderà in maniera adeguata? Lo vedremo tra poco. E sarà un momento importante. L'ora X.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA