Ragusa, ampliamento dei dehors

Procedure semplificate, approvata delibera

article image L'incontro alla Delegazione di Marina di Ragusa, con il Sindaco Cassì


23 Maggio 2020

La Giunta Municipale, con delibera n.154 del 21 maggio, ha approvato un provvedimento a sostegno delle attività di somministrazione, con il quale si prevede l’ampliamento dei dehors e per quelle di non autorizzate alle somministrazione la possibilità di potere essere autorizzate ad occupare degli spazi esterni limitatamente al prospetto dell’esercizio stesso. 

“La nostra Amministrazione - afferma il vice sindaco con delega allo sviluppo economico, Giovanna Licitra - non perde tempo e continua nella sua ricerca delle azioni più adeguate a sostenere il tessuto produttivo di Ragusa, così dopo il provvedimento adottato ad aprile con il rinvio delle scadenze dei tributi locali e con altre azioni, procede con un intervento destinato alle attività dei servizi di ristorazione, introducendo la possibilità di ottenere l’ampliamento delle aree dehors e una procedura semplificata per autorizzarli, che sarà applicata anche alle nuove richieste di concessione. Abbiamo inserito nella delibera di Giunta adottata, una opportunità anche per gli esercizi dello stesso settore che non hanno l’autorizzazione alla somministrazione, per i quali abbiamo previsto l’autorizzazione ad utilizzare uno spazio pubblico lineare lungo la facciata esterna al loro locale per posizionare tavoli di appoggio  per consumare un prodotto all’esterno del locale in maniera veloce. Tutti saranno esenti naturalmente dal pagamento della tassa sul suolo pubblico (Tosap) al momento sino al 31 ottobre, grazie alla previsione de DL di Rilancio.

Sto anche lavorando – aggiunge il vice Sindaco Licitra -  ad altri interventi che riguarderanno ancora il settore in questione, ma anche gli altri settori economici maggiormente colpiti. Questa prima azione da noi decisa, è in lavorazione presso gli uffici dello Sviluppo Economico, che dovranno porre in essere i provvedimenti conseguenziali che  rappresenteranno per le attività alle quali sono rivolte un aiuto concreto e un incoraggiamento ai consumatori a poter ritornare in tutta sicurezza a frequentare ristoranti, bar, pub, gelaterie, pasticcerie, rosticcerie, e tutte le altre tipologie di attività del settore”.

“Dal momento stesso in cui le associazioni di categoria hanno manifestato la richiesta di ampliare l’utilizzo degli spazi esterni come compensazione alla perdita di coperti interni per attività di ristorazione, somministrazione e non solo – aggiunge l’assessore alla polizia municipale, turismo e centro storico Ciccio Barone - ci siamo subito attivati con un lavoro di squadra. Insieme a Polizia Municipale e Ufficio tecnico abbiamo realizzato in questi giorni sopralluoghi mirati a Ragusa, Ibla e Marina, valutando insieme ai diretti interessati i possibili spazi di ampliamento, attigui o contigui, per ogni singola attività. Sono convinto che perfino in questa crisi la bellezza del nostro territorio possa aiutarci a generare nuove opportunità e nuove modalità di consumo in sicurezza”. 

"Sostenere la ripartenza - ha spiegato in un messaggio sui social, Peppe Cassì - vuol dire anche vivere momenti come quello di oggi (ieri, n.d.r.) alla Delegazione di Marina di Ragusa. Insieme agli assessori Licitra, Barone e Spata, rispettivamente con deleghe a Sviluppo Economico, Polizia Municipale e frazioni, al Comandante della Municipale, al consigliere Schininá e ai rappresentanti della Consulta, abbiamo incontrato i titolari delle attività di ristorazione e somministrazione per rispondere alle loro domande e chiarire norme e responsabilità.

Un incontro utile anche ad avviare un confronto sull’introduzione di nuove regole per la raccolta dei rifiuti, così da ridurre il numero dei mastelli esposti in zone dove aumenterà l’utilizzo di suolo pubblico da parte dei locali.

Diciamolo onestamente: a violare le regole cercando escamotage si fa presto, ma Ragusa deve continuare a distinguersi anche in questo, con la ragionevolezza di chi controlla, degli esercenti e dei clienti: è con l’impegno di tutti che abbiamo tenuto basso il numero dei contagi. 

Adesso dobbiamo ripartire e lo faremo applicando lo stesso buon senso che chiediamo. La crisi sanitaria ed economica è un problema di tutti e tutti possiamo aggravarla oppure collaborare insieme a risolverla".

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA