Giardino Ibleo, la parola alla Soprintendenza

L'intervento di Mario Chiavola (Pd Ragusa)

article image Nuove palme al Giardino Ibleo, sempre alta la polemica


09 Maggio 2021

“Ho effettuato un sopralluogo al Giardino ibleo dove ho potuto verificare lo stato di avanzamento dei lavori relativo, in particolare, alla piantumazione delle nuove palme.

A causa delle numerose proteste indirizzate all’amministrazione comunale, si è reso indispensabile, venerdì mattina, un sopralluogo del sindaco, dell’assessore al ramo oltre che dei tecnici.

E, a quanto pare, lunedì ci sarà un vertice in Soprintendenza a Ragusa proprio allo scopo di fare il punto”.

Così il capogruppo del Pd al Consiglio comunale, Mario Chiavola, che ha raccolto le perplessità dei residenti sulla intricata vicenda.

“A quanto pare – sottolinea Chiavola – queste palme nuove non sono adatte per la cornice storica del Giardino ibleo.

Il sindaco sostiene che si sono fatte delle specifiche valutazioni e che si è scelto di muoversi lungo tale direzione. Vedremo. Si dovrebbe cercare di capire, in prima battuta, come mai non si è riusciti a salvare quelle già esistenti quando, a sentire quello che sostengono gli esperti, sarebbe bastato utilizzare dei prodotti non chimici per cercare di contrastare l’avanzata dell’insetto che ha già creato parecchi danni ai sistemi palmizi della nostra città.

E, comunque, se proprio le palme si volevano sostituire, quelle tuttora utilizzate non sembrano opportune a tale realtà. Ma ne sapremo di certo di più dopo il confronto alla Soprintendenza. Come Pd, vigileremo sulla vicenda e diremo la nostra se c’è qualcosa che non ci convince”.

 


IL SOPRALLUOGO AL GIARDINO IBLEO DEL CONSIGLIERE COMUNALE GIOVANNI GURRIERI 
 
Sopralluogo stamani da parte del consigliere comunale Giovanni Gurrieri ai Giardini Iblei di Ragusa Ibla dove sono in corso le operazioni di piantumazione di nuove palme, diverse da quelle precedenti.

Un'operazione che sta suscitando perplessità tra i residenti. Per questo motivo il consigliere Gurrieri ha voluto avviare un confronto con i tecnici comunali ed interessare i rappresentanti dell'Amministrazione comunale.

"Certamente si crea una discrasia ben evidente tra le vecchie e le nuove palme che si stanno andando ad inserire, con una tipologia che non è propria del nostro paesaggio e che magari più si adatta, visivamente, a spazi più ampi lungo la fascia costiera - spiega Gurrieri - Sto cercando di saperne di più e i tecnici comunali mi hanno spiegato che sono stati un po' portarti verso questa scelta per una serie di direttive regionali, oltre ad aver richiesto dei pareri ai tecnici agronomi.

Ho dunque ritenuto di segnalare la vicenda ai rappresentanti dell'Amministrazione comunale sia facendomi portavoce delle proteste di un nutrito gruppo di residenti, e sia per chiedere una più puntuale verifica di altre possibili soluzioni oltre che rendere più omogeneo l'impatto visivo per chi arriva ai giardini di Ibla.

Dal Comune e da altri enti preposti, ho avuto la promessa di una scrupolosa verifica della vicenda. Già nei mesi scorsi avevo posto l'attenzione su questo argomento, proprio a settembre scorso, quando furono abbattute le undici palme del viale centrale e avevo chiesto di conoscere le modalità di intervento successivo".
 

 

SOPRALLUOGO DEL SINDACO CASSI' E DELL'ASSESSORE IACONO AL GIARDINO IBLEO

“Stamani, insieme all’assessore Iacono e al consigliere Cilia - dichiara il sindaco Peppe Cassì - ho effettuato un sopralluogo ai Giardini Iblei ove sono in corso lavori di rigenerazione del viale di ingresso conseguenti all'abbattimento di alcune palme infestate dal punteruolo rosso.

Dopo avere provato i diversi trattamenti previsti e consentiti dalla normativa in materia, e aver dovuto rimuovere le sole palme Phoenix canariensis già secche e pericolanti, così come annunciato nei mesi scorsi settimane scorse si stanno sostituendo i tronchi mozzati  da diversi anni con altre Palmifere Whashington Robusta.

Gli interventi di ripristino delle essenze arboree seguono i sopralluoghi effettuati nei mesi scorsi con gli Agronomi e la specie palmifera in sostituzione è tra le poche resistenti al parassita ed ha, ovviamente, pur appartenendo alle palmifere, un aspetto diverso dalle Phoenix canariensis, che tuttora permangono nel viale, e alcuni cittadini hanno già manifestato la loro contrarietà all’intervento.

Ogni decisione ha inevitabilmente dei pro e dei contro, e la scelta di piantumare le nuove palme nasce da una valutazione chiara. Ripiantare delle Phoenix canariensis, infatti, avrebbe comportato conseguenze sia nel breve che nel lungo periodo.

Nell'imminenza, in attesa degli anni necessari per la crescita, le nuove palme avrebbero un’altezza molto differente dalle attuali; nel lungo periodo, il rischio concreto è che le nuove piante sarebbero aggredite dall'insetto infestante già purtroppo presente anche negli esemplari palmizi rimasti e tuttora oggetto di trattamenti.

Il pericolo è che le nuove Phoenix canariensis non avrebbero nemmeno fatto in tempo a crescere. In ogni caso, sia piantando nuove specie a fianco degli esemplari preesistenti, sia piantando palme della stessa specie ma di altezza nettamente differente, il viale di accesso dei Giardini non potrà avere lo stesso aspetto di un tempo.

Ci riserviamo di valutarne l’impatto estetico finale, assolutamente rilevante in un luogo così significativo, per decidere se mantenere la commistione tra Washington robusta e Phoenix canariensis.

Qualora si decidesse per la sostituzione, le Washington appena piantumate verrebbero ricollocate in altre zone della città, nell’ambito del piano di rimboschimento e alberature che questa Amministrazione sta portando avanti”. 

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA