Caso "Tributi", parla la Cgil

Ragusa, l'intervento del sindacato sui comunali


13 Gennaio 2020

La nota della Cgil di Ragusa, in merito al "caso" scoppiato nei giorni scorsi, dopo la denuncia del Sindaco di Ragusa, Peppe Cassì. 

"Apprendiamo dagli organi di stampa su un episodio definito dall’Amministrazione del Comune di Ragusa estremamente grave, accaduto presso gli uffici della direzione Tributi del Comune di Ragusa. 

Sembrerebbe, in estrema sintesi, che alcuni lavoratori avrebbero concesso ad un soggetto politico, supporto tecnico e informativo fuori dall’orario d’ufficio, evitandogli una lunga attesa agli sportelli.
 
Mettiamo subito in chiaro che non è intenzione degli scriventi entrare nel merito specifico di tale problematica né tanto meno assumere, a prescindere, difesa incondizionata nei confronti del o dei dipendenti che avessero mantenuto un simile comportamento e causato questo spiacevole incidente; piuttosto, è nostra intenzione evitare deplorevoli, inopportuni e generalizzati linciaggi mediatici, nei confronti dei dipendenti che avrebbero assunto comportamenti scorretti, o peggio, che qualcuno potesse pensare di assimilare tali comportamenti a quelli di tutti i dipendenti del Comune di Ragusa, motivo per cui riteniamo opportuno fare chiarezza nell’interesse dei servizi resi alla collettività e a salvaguardia dei dipendenti corretti.
 
Riteniamo sia anche il caso di chiarire che nel contratto degli Enti Locali (ma tali garanzie sono presenti in tutti i contratti), ad ogni dipendente, dirigente, viene garantita la possibilità di entrare in contradittorio nelle sedi opportune e dimostrare la rettezza dei comportamenti assunti, in sostanza che abbia diritto alla possibilità di difendersi; proprio per tali evenienze viene solitamente avviato un iter che inizia con l’apertura di un provvedimento disciplinare e viene concluso, dopo un'istruttoria, con un provvedimento sanzionatorio o di assoluzione. 

Bastava quindi attivare i meccanismi previsti dalla normativa contrattuale, senza instaurare un clima da caccia al colpevole. 

L'articolo apparso sui media, piuttosto, ha contribuito ancora una volta ad un’ingenerosa e inopportuna critica per l'intera classe dipendente del Comune di Ragusa, che sommariamente, senza possibilità di difesa, potrebbe essere associata a comportamenti inopportuni e poco aderenti al codice comportamentale dell'ente ricevendone quindi un inopportuno pregiudizio, specie nei casi in cui i dipendenti appartengono ad uffici, magari poco amati dai cittadini, per via del ruolo impositorio connaturato nelle funzioni.
 
Apprezziamo che il Sindaco abbia focalizzato la circostanza che la maggior parte dei dipendenti, assumono dei comportamenti corretti; il nostro intervento vuole comunque garantire, sia chi possa aver assunto un comportamento poco consono ai doveri d’ufficio ma anche coloro che assumono quotidianamente, nella loro attività lavorativa, comportamenti irreprensibili".

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA