San Pietro e Paolo, comunità in festa

Celebrata a Ragusa la solennità


01 Luglio 2020

“Gli apostoli Pietro e Paolo appartengono a tutta la Chiesa. In questo caso, stiamo parlando di due figure meravigliose che, seppur diverse per carattere, si celebrano insieme. E c’è un preciso motivo. Perché entrambi sono andati incontro alla morte per il Vangelo, per il Signore”. 

Così il parroco di San Paolo apostolo a Ragusa, don Mauro Nicosia, nel presiedere la celebrazione della solennità in onore dei due santi apostoli tenutasi lunedì sera, a conclusione dei giorni di festa che, all’insegna dell’emergenza sanitaria, hanno caratterizzato le celebrazioni di quest’anno. 

Nell’omelia, don Nicosia ha puntato l’accento sul fatto che “si tratta di due figure che potrebbero sembrare sorpassate, essendo vissute duemila anni fa, quindi appartenenti a tempi diversi, e che però esplorano e stimolano la nostra fede, ancora oggi, nel ricordarci quali sono gli impegni che abbiamo preso con Cristo nella Chiesa, servendolo nel contesto di una comunità”. 

“E’, dunque, una festa – ha continuato don Nicosia – che serve per riscoprire il nostro essere Chiesa, il nostro essere comunità. Non esistono comunità astratte ma vere e reali, fatte di persone in carne e ossa, comunità sostenute dallo Spirito Santo”. 

Le celebrazioni che hanno interessato la parrocchia di San Paolo sono state partecipate dal numero massimo di fedeli previsto dalle misure di contenimento attualmente vigenti per evitare ogni tipo di contagio. 

Festa liturgica partecipata anche nella parrocchia di San Pietro apostolo, in via Lazio, con il parroco don Gino Ravalli, altra comunità ragusana che ha vissuto con il massimo trasporto questo particolare periodo di venerazione riservato ai santi apostoli. 

L’attenzione si è rivelata sempre crescente da parte di tutti i fedeli partecipanti che hanno così potuto onorare due santi la cui devozione si riscopre sempre molto intensa in seno alle due comunità parrocchiali tra l’altro contigue territorialmente. La processione congiunta è stata, invece, rinviata al prossimo anno. 
 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA