"Prestiti della biblioteca a domicilio"

La proposta dell'associazione Reset di Vittoria


17 Novembre 2020

“La biblioteca comunale Angelo Alfieri di Vittoria è chiusa al pubblico a causa dell’emergenza coronavirus e perché qui vigono attualmente le restrizioni della zona rossa. Ci chiediamo, quindi: perché non predisporre la stessa iniziativa che stanno adottando altre città che si trovano nella stessa condizione e che contemplano il prestito e la consegna di libri a domicilio?”.

E’ il tenore della proposta che arriva dal segretario dell’associazione Reset, Alessandro Mugnas, dopo che, in tale direzione, sono state raccolte le sollecitazioni di alcuni cittadini che, essendo chiusi in casa per motivi di isolamento domiciliare, troverebbero più piacevole trascorrere il tempo grazie alla lettura di un buon libro.

“Siamo consapevoli che non si tratta di una necessità primaria – continua Mugnas – e, però, allo stesso tempo, non possiamo trascurare quella che può risultare un’impellenza di altro tipo per la mente e per l’animo. Lanciamo, quindi, la proposta all’ente di palazzo Iacono con l’auspicio che la stessa possa essere presa in considerazione anche per aiutare i ragazzi impegnati nello studio con la didattica a distanza (ricordiamo, infatti, che al momento a Vittoria, essendo zona rossa, le scuole sono chiuse) o più semplicemente chi intende trascorrere questo difficile periodo con l’aiuto di un buon libro”.

“Ma diciamo di più – spiega ancora Mugnas che ha ottenuto in proposito il sostegno anche da parte della coalizione che appoggia il candidato sindaco Salvatore Di Falco – Nel caso in cui il Comune non avesse a disposizione il personale da impiegare in tale servizio, siamo disponibili noi, con un team di persone ad hoc, ad attrezzarci lungo questa direzione a patto, naturalmente, di ricevere l’autorizzazione in proposito dalla Commissione straordinaria. Secondo noi, è un servizio che non si deve trascurare in questo periodo così povero di stimoli e che potrebbe essere caratterizzato da un discreto successo come, tra l’altro, sta accadendo in altre città italiane”.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA