Il simulacro del Santissimo Salvatore

In processione, a Chiaramonte Gulfi

article image Il simulacro all'uscita dalla Chiesa


08 Agosto 2019

Sono stati in molti i fedeli a rendere onore, martedì, per tutta la serata, al simulacro del Santissimo Salvatore. 

A Chiaramonte Gulfi è stato celebrato, con grande intensità religiosa, il momento principale dei festeggiamenti che ha riguardato la “Trasfigurazione di Nostro Signore”. 

Dopo la celebrazione eucaristica, l’uscita del simulacro dalla Chiesa, anticipata dagli squilli di tromba e dal rullo di tamburi, con il festoso scampanio e il suono della tradizionale marcia a fare da cornice straordinaria, il rito si è mutato in una fase di giubilo per i numerosi devoti accorsi a vivere con partecipazione questo speciale momento. 

La piazza antistante l’edificio di culto era piena di persone. 

Subito dopo, guidata dallo stesso arciprete parroco, don Salvatore Vaccaro, con la presenza del clero e delle autorità civili, con in testa il sindaco Sebastiano Gurrieri, e militari cittadine, ha preso il via la lunga processione snodatasi per le viuzze del Centro Storico del centro montano, poi giunta sino in piazza Duomo dove è stato celebrato il tradizionale ed antichissimo rito del “Canto della Cappelluzza”, dinanzi all’effige della Vergine di Gulfi.

Quindi il fervorino dettato da don Salvatore Vaccaro. A seguire l’esecuzione per voce e banda dell’Inno al Santissimo Salvatore composto da Giovanni D’Avola e musicato per banda dal maestro Sebastiano Gurrieri. 

A notte inoltrata la processione è arrivata in piazza Santissimo Salvatore dove, a conclusione di tutte le celebrazioni, si è tenuto il caratteristico rientro del simulacro. 

Da mettere in rilievo come alla giornata di festa abbiano partecipato anche i devoti del Santissimo Salvatore di Militello in Val di Catania e di Scicli. Un gemellaggio religioso che ha riscosso parecchio successo. 

E dopo l’arrivo in piazza Santissimo Salvatore, ci sono state prima le proiezioni in mapping 3D sulla Passione di Nostro Signore Gesù Cristo (molto apprezzate) e a seguire lo spettacolo di luci e fuochi barocchi eseguito dalla ditta Moltisanti Fireworks di Ispica. 

I festeggiamenti, però, non sono ancora conclusi. Oggi, la recita del Rosario e le litanie cantate si terranno sempre alle 18,30. 

Alle 21 sarà ripetuta la Cappelluzza dell’Assunta così come domani. 

Con la differenza che domani, in piazza Santissimo Salvatore, si terrà “a cena”, cioè la vendita all’incanto dei doni offerti per i festeggiamenti. 

E’ inoltre prevista, sempre domani sera, la degustazione gratuita di pietanze sapientemente preparate da Orazio Terranova “u Cuddianu”, e di dolci offerti dal comitato dei festeggiamenti. 

Durante la serata ci saranno animazione, balli ed esibizioni curate dalla “University dance” del maestro Vittorio Terranova. 

Infine, sabato 10 agosto, dopo la recita del Rosario delle 18,30 e la Cappelluzza dell’Assunta alle 21, alle 22 nella chiesa del Santissimo Salvatore saranno sorteggiati i premi messi in palio dalla lotteria.

 

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA