Revenge porn, vittima 41enne di Ragusa

Un 65enne di Catania aveva diffuso sue immagini private


08 Febbraio 2020

Su disposizione della Procura Distrettuale di Catania, la Polizia Postale ha eseguito una perquisizione nei confronti di un uomo di 65 anni, residente a Catania, indagato per diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite (cosiddetto revenge porn).

L’indagine è stata avviata dalla Sezione Polizia Postale di Ragusa, a seguito della denuncia di una quarantenne residente in provincia di Ragusa che aveva conosciuto, e poi intrattenuto, rapporti su Facebook con l’attuale indagato. 

L’uomo, approfittando della fragilità emotiva della donna, era riuscito a farsi inviare delle immagini e dei video di carattere intimo. Successivamente, al rifiuto della vittima ad incontrarlo e manifestata la volontà di cessare la relazione on-line, l’uomo la minacciava e diffondeva le immagini private.

Le attività investigative, condotte da personale specializzato della Sezione Polizia Postale di Ragusa, consentivano di identificare l’autore della condotta.

Il pubblico ministero ha immediatamente disposto una perquisizione domiciliare ed informatica nei riguardi dell’indagato, eseguita da personale della Polizia Postale di Catania, atto che ha dato esito positivo, poiché in una cartella memorizzata sullo smartphone dell’uomo sono state rinvenute le immagini di interesse.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA