Una pattuglia del Commissariato di Vittoria interviene in un’abitazione del Centro, per una lite in ambito familiare, scaturita per futili motivi.

Giunti sul posto, gli agenti identificano i due coniugi, entrambi cinquantenni di origini rumene, noti alle forze dell’ordine, e constatano che l’uomo è in forte difficoltà, non riuscendo a contenere l’ira della moglie, che si presenta in evidente stato di alterazione psico-fisica, dovuta all’abuso di sostanze alcoliche. 

E' quanto avvenuto martedì scorso nel comune ipparino. Per questo motivo, gli agenti richiedono l'intervento anche del personale sanitario, per fornire l’opportuna assistenza medica. 

In un primo momento la situazione sembra riportata alla calma, quando, poco dopo, la donna, nuovamente in preda ad una crisi d’ira, proferisce frasi minacciose nei confronti dei presenti, riesce ad impossessarsi di un coltello da cucina a punta, indirizzandolo pericolosamente contro il coniuge, stretto con le spalle al muro, che manifesta anche la preoccupazione di proteggere il figlioletto minore presente in casa durante i fatti.

Pertanto, gli agenti intervengono tempestivamente, riuscendo a disarmare e bloccare la donna che nel frattempo si era scagliata col coltello anche contro i poliziotti tentando di colpirli. 

Grazie anche alla professionalità dei poliziotti nessuno ha riportato ferite.

Alla luce dei fatti la donna è stata arrestata, e posta a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 


HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.