Covid, i positivi sono quasi 1.300

Ragusa, la situazione nel territorio ibleo

article image Aumentano ancora i positivi in provincia, nessun decesso


21 Aprile 2021

Sono quasi 1.300 i positivi in provincia di Ragusa; per la precisione sono 1.274, in crescita di 24 unità.

Aumentano anche i ricoveri, sono 59, di due unità.

Tra questi, 55 si trovano al Giovanni Paolo II (28 in Malattie Infettive, 15 in Area Grigia e 12 in Terapia Intensiva) e 4 nell’Area Covid del Guzzardi di Vittoria.

Sono 1.199, invece, le persone positive in isolamento domiciliare e 16 ospiti della Rsa Covid.

Questi i dati dei positivi per comune: Vittoria 246, Ragusa 374, Modica 126, Comiso 177, Scicli 117, Ispica 20, Chiaramonte Gulfi 5, Acate 17, Pozzallo  53, S. Croce Camerina 49, Monterosso Almo 4 e Giarratana 11.

Su quasi 3.600 test effettuati nei drive in point attivati dall'Asp in Provincia, sono 39 i positivi rilevati.

 

UNA NUOVA SEDE PER IL DRIVE IN TEST RAPIDI. DA OGGI OPERATIVA LA POSTAZIONE AL CENTRO DIREZIONALE DI RAGUSA 

Una nuova sede drive in per effettuare i test rapidi a far data da oggi.

La nuova sede assegnata è quella al centro Direzione Asi – viale n. 1 – Ragusa. 

Una nuova postazione che avrà spazi più grandi e renderà lo svolgimento delle operazioni più snello e veloce. 

Nella nuova sede verranno rispettate le stesse giornate e osservati gli orari della precedente sede - teatro Tenda. 

«Il servizio di drive in – assicura il direttore ff del Distretto di Ragusa, Giovanni Ragusa - sarà garantito dagli operatori sanitari dell’Asp e supportato dai volontari della protezione civile e dal personale della polizia municipale del comune di Ragusa.» 

 

CONTRASTO AL CORONAVIRUS, CONFCOOPERATIVE RAGUSA PRONTA A SCENDERE IN CAMPO CON LE IMPRESE ASSOCIATE DI SETTORE PER ACCOMPAGNARE IL SERVIZIO SANITARIO PUBBLICO A SOSTENERE LA CAMPAGNA VACCINALE TUTTORA IN CORSO

Il contrasto efficace al diffondersi del coronavirus può derivare anche dalla disponibilità delle piccole e medie imprese del mondo della cooperazione a contribuire attivamente alla campagna vaccinale così da imprimere quell’accelerazione tanto auspicata per uscire fuori dall’emergenza sanitaria.

Se ne dice convinto il presidente di Confcooperative Ragusa, Gianni Gulino, dopo avere preso atto della giusta attenzione che le varie cooperative del territorio ibleo stanno rivolgendo alla questione.

Tra l’altro, il presidente di Confcooperative Sicilia, Gaetano Mancini, ha scritto al presidente della Regione, Nello Musumeci, per ufficializzare questo passaggio, mettendo a disposizione tutte le realtà associate che intendono proseguire lungo tale percorso, comprese, ovviamente, quelle dell’area iblea.

“Soltanto in questo modo – sottolinea il presidente Gulino – c’è la certezza di potere offrire una concreta prospettiva legata a una uscita definitiva dalla crisi che stiamo vivendo. In particolare, sono alcune delle nostre cooperative associate che operano nel settore socio-sanitario, e che dispongono di organizzazioni adeguate, ad avere manifestato la propria disponibilità ad accompagnare e contribuire attivamente allo sforzo che il servizio sanitario pubblico sta compiendo.

Tutto questo affinché si raggiunga la più ampia e capillare copertura vaccinale della popolazione. Al Governo della Regione, inoltre, è stata comunicata la disponibilità di alcune cooperative non sanitarie ad offrire le proprie sedi come luoghi idonei alla vaccinazione, proprio come previsto nel “Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti Sars-CoV-2/Covid-19 nei luoghi di lavoro”, stipulato tra Governo centrale e associazioni datoriali”.

E Gulino continua: “Vogliamo ribadire che come movimento cooperativistico siamo disponibili a contribuire con passione, coraggio ed impegno alla prosecuzione della campagna vaccinale forti e consapevoli dei valori di mutualità̀ e solidarietà che da sempre caratterizzano la vita e l’impegno della cooperazione a livello italiano e regionale.

Siamo convinti che solo attraverso un’attività specifica che si muove lungo tali direttrici, ed è questo un impegno di primaria rilevanza per la nostra realtà datoriale, potranno essere ottenuti quei risultati che tutti auspichiamo possano essere raggiunti al più presto per quanto riguarda la campagna vaccinale che, ormai lo sappiamo, è l’unico modo per lasciarci alle spalle questa situazione drammatica”.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA