Coronavirus, i dati tornano a salire

Solo in Italia, in Sicilia e Ragusa situazione stabile

article image Coronavirus, i contagi tornano a salire


20 Maggio 2020

I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano l'ennesimo calo delle persone ricoverate. In terapia intensiva si trovano 716 persone, 33 meno del giorno precedente. Sono ancora ricoverate con sintomi 9.991 persone, 216 in meno di lunedì. In isolamento domiciliare 54.422 persone (- 1175 rispetto al giorno precedente).

Nelle ultime ventiquattr'ore sono morte 162 persone (lunedì le vittime erano state 99), arrivando a un totale di decessi di 32.169 persone.

I guariti raggiungono quota 129.401, per un aumento in 24 ore di 2.075 unità.

Il calo dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 1.424 unità, mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 813. 

Ieri sono stati fatti 63.158 tamponi.

Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 77,7 tamponi fatti, l'1,3%. 

Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati in Sicilia sono stati 122.040 (+3.181), su 109.195 persone: di queste sono risultate positive 3.403 (+8), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.524 (-15), 1.611 sono guarite (+22) e 268 decedute (+1).

Degli attuali 1.524 positivi, 137 pazienti (-13) sono ricoverati - di cui 12 in terapia intensiva (-1) - mentre 1.387 (-2) sono in isolamento domiciliare. 

A Ragusa, a fronte di 30 attuali positivi, i guariti sono 60, i ricoveri 2 e i decessi 7.
 

DOPO IL LOCKDOWN, PARLA IL CONSIGLIERE CARMELO ANZALDO

“Alla fine del periodo del lockdown, è opportuno rinvolgere un sentito ringraziamento a tutti gli operatori sanitari, medici, infermieri, soccorritori e autisti del 118, che sono stati impegnati in prima linea in una lunga ed estenuante battaglia. La guerra, naturalmente, non è ancora finita. Ma, adesso, si comincia a vedere un poco di luce in fondo al tunnel”. 

E’ il consigliere comunale di Ragusa, Carmelo Anzaldo, a sostenerlo evidenziando che “è stato fatto un lavoro prodigioso, anche nella nostra città, nel tentativo di contenere i contagi. E i fatti, almeno finora, ci hanno dato ragione. Ora, però – sottolinea ancora il consigliere – per non vanificare gli sforzi compiuti, è necessario che in questo periodo della ripartenza della fase 2 ci si possa concentrare su quelli che devono essere comportamenti responsabili e virtuosi da parte di tutti. Ognuno di noi è chiamato a svolgere la propria parte. Ognuno di noi deve rispettare, il più possibile, le misure predisposte dagli organi compenti, a cominciare dal distanziamento sociale e dall’obbligo della mascherina nei luoghi chiusi e in quelli all’aperto dove non c’è adeguata sicurezza sul suddetto distanziamento. E sono certo che ritorneremo ancora a complimentarci con gli operatori sanitari che, pure in questa fase 2, saranno chiamati a profondere il massimo impegno per riuscire a dare risposte all’utenza. Non sarà un percorso facile ma sono certo che, con la collaborazione di tutti, si riuscirà ad arrivare lentamente e gradatamente verso la normalità. Abbiamo ancora un obiettivo da raggiungere e lo faremo muovendoci passo dopo passo con un grande lavoro di squadra così come è accaduto finora. Al di là dei Dpcm, delle norme regionali e delle ordinanze comunali, deve prevalere il buon senso in quanto i bollettini quotidiani della Protezione civile ci fanno ben sperare. Il piccolo sforzo può essere compiuto soltanto attivando la nostra buona volontà e la capacità di discernimento che abbiamo. Non ci dobbiamo sentire vessati da nessuna norma. Attivando il buon senso, infatti, siamo sicuri che otterremo altri ottimi risultati così come è stato finora. E se ciò accadrà, è ovvio che, in futuro, le norme risulteranno meno restrittive”.
 
 

POZZALLO QUASI AL 70% DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

Per il secondo mese consecutivo la raccolta differenziata nel comune di Pozzallo ha superato il 68%, grazie all’adesione convinta della maggior parte dei cittadini. 

Se riusciremo a mantenere questi risultati a fine anno il Comune risparmierà 120.000 euro, che serviranno per migliorare ancora di più il servizio. Purtroppo c’è ancora qualcuno che non ha capito che i rifiuti non possono essere abbandonati per strada senza averli prima differenziati ed a qualsiasi ora della giornata. 

Chiediamo a questi concittadini di uniformarsi agli altri e a seguire le regole e, se non hanno ancora capito come fare, chiedere informazioni all’ufficio ambiente. 

A breve sarà disponibile una App per smartphone e un sito internet dedicati interamente alla gestione dei rifiuti tramite i quali assumere ogni informazione. Dopo di ciò non sarà ammessa alcuna giustificazione e i trasgressori saranno sanzionati.

 


RIPARTENZA, IL MESSAGGIO DEL SINDACO DI RAGUSA, PEPPE CASSI'

Ragusa si sta rialzando. Noi, come l’Italia intera e buona parte del mondo, abbiamo subito una batosta che farà storia. Ma non siamo caduti, anzi abbiamo retto e stiamo resistendo meglio di tanti altri. 

Ci vorrà del tempo, inevitabilmente, per un ritorno alla normalità; ma affacciandoci su panorami mozzafiato come questo, la nostra storia ci parla chiaro: ci siamo sempre rialzati, capaci di cogliere nelle difficoltà nuova forza e rinnovata bellezza. 

I ragusani non chiedono e non hanno mai chiesto assistenzialismo, ma di poter lavorare. Il resto, con impegno e operosità, se lo guadagnano col sudore della fronte. Sento una forte responsabilità verso questa terra e la nostra gente.

Buona ripartenza Ragusa, prudente ma coraggiosa.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA