"Arancia Meccanica", a Scicli e Modica

Violenza e crudeltà per risolvere i debiti di droga

article image I Carabinieri arrestano un 21enne di Scicli e un 29enne tunisino (foto repertorio)


20 Ottobre 2019

I Carabinieri della Stazione di Marina di Modica, in collaborazione con i colleghi della Tenenza di Scicli, l'hanno chiamata operazione "Arancia Meccanica".

Una vicenda, che ha portato all'arresto di un 21enne di Scicli e di un 29enne tunisino e, raccontata nei dettagli, fa davvero rabbrividire.

Protagonista la droga, cocaina, hashish e marijuana, principalmente, che il giovane sciclitano riusciva a piazzare in alti quantitativi, tra i giovani di 20 e 30 anni della zona, da diverso tempo. 

L'episodio più inquietante, avviene, invece, a maggio 2018. Il 21enne, è convinto che un altro giovane, gli abbia rubato alcune piantine di marijuana. Dopo numerose minacce, e la richiesta di 500 euro, come risarcimento del furto, il 21enne aveva portato l'altro ragazzo in una cella frigorifera, ovviamente spenta. E, dopo averlo più volte minacciato di morte, aveva avvicinato al suo volto un cannello del gas acceso, ustionandogli le braccia con cui il ragazzo aveva tentato, ovviamente, di coprirsi. Dopo averlo colpito con calci, pugni e schiaffi, il 21enne, non contento, gli aveva intimato di appoggiare la mano su un ceppo, per mozzargli le dita con un'ascia. Un orrore che, per fortuna, era stato scongiurato da alcuni conoscenti della vittima, che lo avevano aiutato a fuggire. 

Ora il 21enne si trova dunque agli arresti domiciliari per tentata estorsione aggravata, lesioni personali e detenzione di droga ai fini dello spaccio. Il tunisino 29enne, coinvolto nel "giro" è stato colpito dalla misura dell’obbligo di dimora nella città di residenza.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA