Nasce il “Patto comunale per la casa” “VITTORIA INCLUSIVA”

Lo scopo è quello di:

Favorire l’immissione di nuovi alloggi sul mercato della locazione a canone calmierato, attraverso il riuso del patrimonio edilizio esistente non utilizzato;

Incentivare la formazione di soggetti in grado di gestire la locazione di tali alloggi, sia sotto il profilo immobiliare che sotto quello sociale;

Promuovere housing sociale;

Promuovere il matching dell’abitare anche attraverso la leva tributaria e il sostegno alle garanzie per la locazione calmierata;

Costruire iniziative tese ad affrontare e risolvere le problematiche relative all’edilizia popolare.

L’attività che il “Patto” porterà avanti a partire dai prossimi giorni sarà quello di cercare di ampliare il patrimonio abitativo attraverso l’individuazione di  immobili esistenti,  pubblici o privati, attualmente non utilizzati e potenzialmente disponibili per la messa a disposizione per politiche di affitto calmierato, anche attraverso avvisi pubblici di natura esplorativa.

“Il programma del “Patto” è la costruzione di un processo di inclusione sociale mediante la concertazione delle politiche abitative; ed è attorno all’idea del  “Patto” come strumento per la costruzione di azioni innovative che  il Sindaco e l’Assessore alle politiche per la casa hanno riunito i sindacati degli inquilini, le Organizzazioni dei piccoli proprietari, la rete per la protezione e l’inclusione sociale, la Caritas, i Movimenti informali degli esecutati dalle aste giudiziarie, il Servizio sociale professionale del Comune di Vittoria, lo IACP Ragusa e le agenzie immobiliari. L’idea del “Patto” che evoca un impegno e quindi un’assunzione di responsabilità serve a dare forma a una rete di protezione delle tante fragilità che il tema della casa e dell’abitare ci pone davanti, ma diventa soprattutto strumento di promozione delle politiche della casa capaci di farsi carico di tali fragilità” Ha affermato l’assessore Giuseppe Fiorellini

Le iniziative che immediatamente saranno messe in campo nei prossimi giorni:

1)     Approvazione e sottoscrizione del protocollo d’intesa del “Patto comunale per la casa” “VITTORIA INCLUSIVA”;
2)     Accordo con l’Istituto Autonomo Case Popolari per la definizione delle criticità delle vicende dell’edilizia popolare, dall’avvio della messa in sicurezza e della manutenzione urgente, l’accompagnamento del comune degli inquilini IACP al fine di rientrare dalle morosità, e avviare un’opera di manutenzione e riqualificazione generale dei complessi residenziali dello IACP.
3)     Favorire l’immissione di nuovi alloggi sul mercato della locazione a canone calmierato, attraverso il riuso del patrimonio edilizio esistente non utilizzato promuovendo domanda e offerta locativa anche attraverso la leva tributaria e il sostegno alle garanzie per la locazione calmierata, mediante l’attuazione del patto territoriale sottoscritto tra le organizzazioni sindacali degli inquilini e l’organizzazione dei proprietari.
4)     Istituzione dell’ufficio casa.