Venti palme per il lungomare di Marina di Acate che serviranno ad abbellire la zona e che daranno un po’ d’ombra ai passanti.
Gli alberi sono stati donati nella giornata di ieri dai deputati regionali del Movimento 5 Stelle grazie alle decurtazioni degli stipendi dei parlamentari siciliani, che nell’arco di questi anni hanno donato circa 6 milioni di euro per progetti di pubblica utilità, destinati sia alle infrastrutture che alla promozione culturale e turistica.
Presenti, la deputata regionale ragusana, Stefania Campo, il deputato regionale Nuccio Di Paola e i consiglieri comunali di Acate Alessandro Carrrubba, Roberta Cavallo, Concetta Celeste e Giovanni Occhipinti.
“Proprio da un’idea dei consiglieri comunali, che in campagna elettorale avevano messo a punto un rendering – dice Stefania Campo - ho sposato questa idea finanziando questa iniziativa. Quella di Marina di Acate è una zona su cui la nostra azione politica si è concentrata tantissimo e che continuerà ad essere tenuta in grande considerazione. Il nostro intento è quello di bonificare completamente le spiagge di Macconi, vittime di inquinamento.
Ho presentato interrogazioni, disegni di legge, ho portato la questione al Ministero, e non mi fermerò fino a quando non troveremo una soluzione definitiva. Provvisoriamente queste palme sono in vaso ma saranno interrate. Qualora non dovessero arrivare le autorizzazioni entro la fine della stagione estiva, saranno custodite per essere definitivamente piantate la primavera prossima, ma intanto abbiamo pensato di collocarle per permettere ai cittadini di beneficiarne proprio nel periodo di massima affluenza dei bagnanti”.
La consigliera Roberta Cavallo aggiunge: “Abbiamo provato a portare un po’ di bellezza a Macconi. Anche perché troppo spesso si parla di Macconi in maniera negativa. Si parla sempre dei suoi difetti a discapito, forse, del suo potenziale. Con le palme abbiamo voluto lanciare un messaggio: che i problemi non si risolvono abbandonando tutto il resto.
Mentre ci impegniamo in Regione, insieme alla nostra deputata regionale Stefania Campo, a contrastare il problema dell’inquinamento, è giusto prendersi cura anche di altri aspetti di Macconi. Come ad esempio il decoro del lungomare. Ne approfitto per invitare gli acatesi ad adottare questa piante, come già qualcuno ha fatto, prendendosene cura”.
E Stefania Campo conclude: “Speriamo che questo possa essere un segnale apprezzato dai cittadini e che faccia da sprono all’amministrazione comunale per riqualificare sempre di più una zona che è unica in Sicilia per le fantastiche dune che si formano e che è un vero peccato non considerare una delle mete turistiche più ambite.
Tra l’altro, Nuccio di Paola, deputato nisseno, ci ha comunicato che stanno smontando le ciminiere dello stabilimento di Gela che erano visibili dalla spiaggia di Acate che ora è dunque sgombra a libello di visuale da quei simboli di inquinamento che in questi anni hanno caratterizzato alcune zone della fascia costiera”.