Finanziato per un milione e duecento mila euro il miglioramento sismico della scuola dell’infanzia “G. Mazzini”.  

Dichiarazioni del Sindaco di Comiso e dell’assessore ai lavori pubblici, Roberto Cassibba.

“E’ una ulteriore promessa mantenuta alla città che, in una visione ampia di come si intende amministrare, andrà a beneficio delle generazioni future – commenta Maria Rita Schembari-. Questo ulteriore finanziamento di un milione e duecento mila euro che il comune ha ricevuto, è anch’esso frutto di studi e progettazioni relativamente brevi se si considerano i tempi burocratici normali. La scuola dell’infanzia “G. Mazzini”, è un edificio realizzato verso la metà degli anni ’70 che nel tempo è stato oggetto di ordinari interventi manutentivi ma che già nel 2019 ha presentato problemi strutturali non indifferenti. 

Tant’è – ancora il primo cittadino – che già nel febbraio 2019, a seguito di gravi lesioni nella struttura, è stato interdetto alla fruizione e i bambini delle tre sezioni sono stati trasferiti presso l’istituto Saliceto. Abbiamo dunque proceduto a sopralluoghi e verifiche strutturali effettuate da una agenzia specializzata che ha rilevato una sorta di cedimento del terrapieno su cui è costruita la struttura scolastica. Oggi, grazie a questo finanziamento del Ministero della Pubblica Istruzione, siamo in grado di potere intervenire in via definitiva sulla struttura con tutte le norme di sicurezza di cui un edificio scolastico deve essere dotato”.

“I lavori riguarderanno il miglioramento sismico dell'edificio, la ridefinizione degli spazi interni, che consentirà di ricavare complessivamente 6 sezioni a fronte delle attuali 3, l'efficientamento energetico e l'adeguamento alla normativa antincendio – specifica l’assessore ai lavoro pubblici, Roberto Cassibba -. L’Ente si è dotato di progettazione esecutiva di importo complessivo di € 1.800.000,00, di cui € 1.248.460,28 per lavori (compresi gli oneri della sicurezza predeterminati in € 10.352,25) ed € 551.539,72 per somme a disposizione dell’Amministrazione, approvato in linea tecnica,in data 10.12.2021, ed in linea amministrativa con propria determinazione n. 514 del 10.12.2021. 

Il comune – ancora Cassibba -, ad integrazione del contributo ministeriale, ha contratto con Cassa depositi e prestiti mutuo di € 600.000,00 nel dicembre 2021. Siamo soddisfatti – conclude Cassibba- dei risultati sin ora raggiunti grazie anche al lavoro svolto dagli uffici competenti, e al capoarea 4, l’ing. Nunzio Micieli”.