Credendo fortemente nei valori della democrazia partecipata, le forze politiche e i movimenti espressione del vasto campo progressista, del civismo democratico e del socialismo riformista di Scicli si sono riuniti mercoledì scorso, su invito del sindaco, Enzo Giannone, per riflettere sulla possibilità di un progetto di largo respiro sul futuro della città, che mette al centro una visione condivisa della comunità. 

Il progetto a cui si pensa vuole essere aperto a tutti coloro che si riconoscano nei valori dei movimenti civici, della solidarietà e del riformismo democratico, al fine di offrire alla città una prospettiva di governo, seria e trasparente, fondata sullo sviluppo sostenibile, sull’occupazione, sulla crescita sociale e civile, sul pieno riconoscimento dei diritti di cittadinanza. 

Alla riunione erano presenti tutte le componenti della coalizione di Civici e progressisti, forze di governo, ovvero Città aperta, Laboratorio Scicli, Scicli bene comune, il consigliere Claudio Caruso, Lista Enzo Giannone sindaco, a confronto con Italia Viva, Partito Socialista, Articolo Uno, Start Scicli. 

E’ stato così avviato un percorso di confronto che proseguirà nelle prossime settimane e sarà aperto e inclusivo verso tutte le forze politiche, movimenti e associazioni che in città si riconoscono nelle idee e nei valori della partecipazione, della solidarietà e della giustizia sociale.