Entra nel vivo la festa del patrono e protettore di Monterosso Almo San Giovanni Battista.
Oggi, questua con la banda e raccolta del pane dalle 15,30 mentre alle 19,30 ci sarà la recita del Rosario e la coroncina.
Alle 20, la celebrazione eucaristica sarà presieduta da mons. Roberto Asta, vicario generale della diocesi di Ragusa (ci sarà la diretta Facebook sulla pagina Parrocchia San Giovanni Battista Monterosso Almo).
A seguire, alle 21,30, in piazza San Giovanni, lo spettacolo musicale con la band “Le orme dei Pooh”. Questo, invece, il programma di domani, giornata della solennità del patrono.
Dalle 5 alle 6 il pellegrinaggio di fede della città di Giarratana, che scioglie il suo voto annuale al Battista. Alle 5,45, il suono festoso delle campane di tutte le chiese e lo sparo di 21 colpi a cannone annuncerà il giorno di festa. Alle 6 la solenne celebrazione eucaristica per i pellegrini presieduta da don Mariusz Starczewski e animata dalla corale Regina Coeli di Giarratana.
Alle 7,30, invece, la santa messa per i pellegrini sarà presieduta da don Salvatore Giaquinta. Alle 9 il giro del corpo bandistico Città di Monterosso Almo per le vie del paese.
Alle 10,30 è in programma la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco, il sacerdote Giuseppe Antoci, a cui farà seguito, alle 12, l’atto di affidamento della città a San Giovanni Battista che subito dopo sarà caratterizzato da uno spettacolo pirotecnico.
Nel pomeriggio, alle 17, ci sarà l’apertura della chiesa di San Giovanni mentre, alle 20,30, in piazza, ci sarà la solenne celebrazione eucaristica presieduta da don Gianni Mezzasalma con la partecipazione dei seminaristi della diocesi. La celebrazione (è obbligatorio indossare la mascherina) sarà animata dalla corale parrocchiale San Giovanni Battista.
Alle 22, poi, sempre in piazza, a cura dell’Amministrazione comunale, si terrà il concerto lirico sinfonico del corpo bandistico Vincenzo Bellini diretto dal maestro Umberto Terranova.
A mezzanotte, in piazza San Giovanni, lo spettacolo pirotecnico con la chiusura della chiesa, la reposizione del simulacro del santo patrono sull’altare maggiore e la conclusione dei festeggiamenti. In queste due giornate, l’impresa ecologica Busso Sebastiano, che gestisce il servizio di igiene ambientale in paese, effettuerà un’azione di pulizia straordinaria nei luoghi interessati dalle celebrazioni.