Il gruppo di Fratelli d'Italia di Vittoria interviene sulla cerimonia odierna di riapertura del Museo e del Parco Archeologico di Kamarina evidenziando la soddisfazione per i lavori eseguiti e per la riapertura ma, al contempo, sollevando la ricerca di soluzioni urgenti per la messa in sicurezza e l'apertura al transito del collegamento con Scoglitti.

"Non possiamo che essere felici della riapertura del Museo e del Parco Archeologico di Kamarina - dice la nota di FDI - che è fiore all'occhiello del territorio e patrimonio storico di tutti. Bene ha fatto il governo regionale ad imprimere una accelerazione per il termine dei lavori e della riapertura ne gioverà tutta l'area iblea. Purtroppo, come avevamo già detto pubblicamente, non ne potrà giovare Scoglitti visto che il collegamento tra l'area museale e la frazione è chiuso al transito per l'impraticabilità della strada. Nonostante il nostro invito rivolto al sindaco per un confronto con il suo omologo di Ragusa, visto che il tratto in questione fa parte del capoluogo ibleo, abbiamo registrato un silenzio assordante. Non vorremmo che la messa in sicurezza della strada venga rinviata alle calende greche con un danno incalcolabile per Scoglitti, per il suo turismo, per le sue attività. Auspichiamo che questa sia l'occasione per un confronto tra istituzioni per poter trovare soluzioni, anche sfruttando fondi come il Pnrr e per avviare una progettualità definita".