"Ogni immagine ti parla, ti fa capire qualcosa, ha un messaggio". Così una delle ragazze partecipanti al laboratorio fotografico "Ri-Belli per stupire", ha definito l'impegno profuso durante questi mesi di attività dell'iniziativa.

Il progetto "Ri-Belli", selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha visto nel laboratorio fotografico, realizzato in collaborazione tra la cooperativa Aksara e l'Associazione I Tetti Colorati Onlus, capofila del progetto Ri-Belli, la partecipazione di ben 19 ragazzi, di età compresa tra i 9 e i 18 anni, provenienti dal Centro Storico di Ragusa Superiore e dalla fascia trasformata della zona compresa tra Marina di Acate e Scoglitti.

E il prossimo 2 Dicembre, alle 17, nel Castello dei Principi di Biscari di Acate, "Ri-Belli per stupire" vedrà un altro importante appuntamento: è in programma, infatti, la presentazione della prima Fanzine realizzata con gli scatti dei partecipanti, dal titolo "Il Territorio".

Un libro che mira a far emergere lo splendore e il degrado di alcune delle aree della provincia più belle, attraverso il punto di vista, originale e particolarissimo, dei ragazzi stessi, guidati dai fotografi professionisti Max Hirzel, quale responsabile, e Andrea Martorana, conduttore del laboratorio, nonchè dagli animatori Alessia Campo e Sebastiano Cugnata.

Numerose le escursioni che hanno permesso ai ragazzi partecipanti di vedere, da vicino, i luoghi oggetto del proprio lavoro fotografico, immortalati attraverso vere e proprie opere d'arte, successivamente catalogate e selezionate, con relativo commento, all'interno della fanzine, sotto la guida tecnica di Ztl Media Group e dei grafici di Copystudio.

In occasione della presentazione della Fanzine e delle attività del laboratorio fotografico, curata dagli stessi ragazzi partecipanti all'iniziativa, oltre ai partner del progetto, sarà presente il Vescovo di Ragusa, mons. Giuseppe La Placa, il Sindaco di Acate, Giovanni Di Natale e il dirigente scolastico dell'istituto Cap. Puglisi di Acate, prof. Salvatore Panagia, i quali interverranno nel corso del dibattito. 

“L'appuntamento del 2 dicembre al Castello di Acate per la presentazione della fanzine, è davvero un momento significativo del progetto Ri-Belli, - spiega Valentina Distefano, coordinatrice del progetto e presidente de I Tetti Colorati Onlus - perchè significa, per i ragazzi, poter restituire quanto hanno realizzato. E’ opportuno infatti ricordare che molti dei partecipanti a questo laboratorio, vivono in condizioni di isolamento, di marginalità e di povertà di stimoli, e hanno potuto – prosegue la Distefano - nel corso del laboratorio, sperimentare momenti di socialità, ma anche di conoscenza e scoperta di luoghi, persone e delle proprie risorse, dimostrando di possedere sensibilità artistiche e notevoli capacità, anche tecniche, di cui, appunto, la fanzine rappresenta il prodotto finale. Caratterizzata da grande qualità la fanzine rappresenta così il punto di vista dei ragazzi, espresso in termini di immagini e citazioni, di cui loro vorrebbero fare dono alla nostra comunità, per aiutare, anche noi stessi, a imparare a stupirci, a riflettere, e insieme migliorare il nostro territorio e noi stessi. La partecipazione a questo  momento, quindi, è davvero importante – conclude la Distefano - non solo per i nostri ragazzi, i quali escono dalla loro invisibilità e dimostrano le capacità di cui sono portatori, ma anche per condividere un ulteriore passo del cammino di crescita e coesione della nostra comunità educante”.