Non vi sarà alcun aumento della TARI per il 2022, anzi sarà operata una riduzione per le utenze domestiche del 26%, mediamente. A comunicarlo, l’assessore alle tasse e tributi, Manuela Pepi. 

“Grazie al decreto ministeriale n. 50/2022 del 15 luglio 2022, possiamo alleggerire i costi della TARI ai cittadini di Comiso”. 

“ E’ veramente motivo di soddisfazione potere dare questa notizia alla città – commenta l’assessore Pepi – alla quale poche settimane fa, per motivi di trasparenza e correttezza e non certo a cuor leggero, avevamo annunciato un aumento della TARI a seguito di un altro decreto legge che ci imponeva il recupero del 100% dei costi per lo smaltimento dei rifiuti. 

Oggi invece, non solo possiamo tranquillizzare i comisani, ma possiamo anche annunciare che saranno fatte addirittura delle diminuzioni dei costi della TARI. Il decreto ministeriale infatti – ancora la Pepi – consente a tutti i Comuni di potere operare queste riduzioni, per quanto riguarda Comiso si attestano attorno al 26%,  utilizzando somme residue e non impegnate. 

Il comune di Comiso, dopo una attenta analisi ed una peculiare ricerca, ha individuato dei risparmi per una somma di circa 650 mila euro che si è deciso di destinare alla riduzione della tassa sui rifiuti per tutte le utenze domestiche. 

E’ una grande gioia per me e per tutta l’amministrazione Schembari contribuire a dare una boccata d’ossigeno ai nostri concittadini, in special modo in un momento di forte crisi economica causata dall’aumento dei costi sia energetici, sia di beni di prima necessità. 

Per oggi – conclude l’assessore – 29 luglio 2022 alle ore 19.00, è stata convocata una seduta urgente del Consiglio Comunale, proprio per votare questa misura a beneficio di tutte le utenze private di Comiso. 

A parte la soddisfazione, ringrazio gli uffici preposti per il grande contributo ed il lavoro svolto con la massima celerità”.