Donato alla fondazione Bufalino un bassorilievo in terracotta realizzato a mano da Giovanni Catalano, figlio di Comiso emigrato negli USA.

“E’ stato davvero un piacere incontrare un figlio di Comiso
che ha ci ha raccontato la sua storia  – commenta il Sindaco di Comiso - Giovanni Catalano, è stato un nostro concittadino sino all’età del diploma che ha conseguito presso il glorioso Istituto Statale d’Arte, oggi liceo artistico, per poi continuare gli studi a Firenze specializzandosi al Magistero delle Belle Arti. Però – ancora Maria Rita Schembari -  trasferitosi negli USA per seguire la famiglia, non potè esercitare alcuna professione poiché gli studi fatti in Italia non gli vennero riconosciuti.

Tuttavia , la caparbietà e la voglia di andare avanti, hanno spinto Catalano a riprendere gli studi e conseguire una laurea negli Stati Uniti. Oggi il nostro concittadino è un ingegnere con una brillante carriera. Ma le radici restano sempre legate alla propria terra ed è per questo motivo che Giovanni Catalano ha voluto donare una scultura realizzata da lui stesso, alla fondazione Bufalino. L’opera raffigura Gesualdo Bufalino e naturalmente la location non poteva essere diversa. Catalano infine – conclude il sindaco – desidererebbe, per il 2022, realizzare una sua personale  nella sua amata Comiso”.

“ E’ stato un vero piacere  incontrare il sindaco di Comiso  in persona – ha aggiunto il maestro Catalano -  che ringrazio,   e La Fondazione Bufalino per avere accettato la mia modesta scultura in terra cotta raffigurante lo scrittore Bufalino che ammiro molto, e rivedere il centro storico di Comiso che amo moltissimo perché l’ho  vissuto nei miei  anni meravigliosi della  gioventù”.