Il Consiglio comunale di Scicli ha approvato all’unanimità dei presenti il nuovo regolamento della Consulta Giovanile. 

Il nuovo regolamento nasce sulla base dell’ascolto dei gruppi e delle associazioni giovanili attive a Scicli ed è teso a favorire la loro partecipazione alla vita sociale e democratica della comunità. 

“La Consulta dei Giovani del Comune di Scicli è rivolta a ragazze e ragazzi di età compresa tra i 16 e i 30 anni, ed è finalizzata a facilitare la partecipazione dei giovani alla vita sociale, politica e democratica del Comune di Scicli”, si legge nella delibera istitutiva. 

La Consulta ha il compito di porsi come punto di riferimento per favorire la partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica sollecitando il rapporto tra i gruppi giovanili e le istituzioni. 

“E’ un risultato importante e significativo, tanto più per me che vivo da anni immerso nel mondo giovanile, per lavoro ma anche per scelta di vita – dice il sindaco Enzo Giannone – ma non basta. Nel rapporto con le nuove generazioni la nostra società sconta ritardi notevoli, anche sotto il profilo culturale. E’ tempo di uscire dalle frasi di maniera e dagli stereotipi, riconoscendo ai giovani un ruolo veramente attivo, intanto a partire dalla comunità in cui essi vivono. 

Senza infingimenti, senza scorciatoie, senza strumentalità, ma con consapevolezza critica e dialettica”.