Ragusa, Tari in calo

Positivo il dato di Cittadinanzattiva. Ma si resta alti

article image Un risparmio di 22 euro rispetto al 2018, per la Tassa sui Rifiuti a Ragusa


22 Novembre 2019

Meno 22 euro rispetto allo scorso anno, che significa, in altri termini, il 5%. 

E' questa la variazione tra la Tari 2019 e quella dello scorso anno per Ragusa, da 427 euro, che ne facevano, nel 2018, una delle realtà più care in Italia, a 405, quest'anno, che ne fa la migliore variazione tra le province siciliane, al ribasso, in termini percentuali, dopo Trapani. 

E' il dato contenuto nell'indagine di Cittadinanzattiva nei capoluoghi di provincia italiani nel 2019. Il riferimento, è quello di una famiglia tipo composta da 3 persone, con una casa di proprietà di 100 mq. I costi rilevati sono comprensivi di Iva (ove applicata) e di addizionali provinciali.  

E' di 300 euro, invece, la media nel 2019 per la Tari in Italia, con differenze territoriali molto marcate: la regione più economica è il Trentino Alto Adige, con 190 euro, la più costosa la Campania con 421 euro.

Più di due famiglie su tre (precisamente il 68,2%) ritengono di pagare troppo per la raccolta dei rifiuti: e la percentuale, proprio in Sicilia, sale all’83,4%.

In termini assoluti, la Tassa sui rifiuti, se si guarda il resto della Sicilia, resta piuttosto alta, nettamente sopra la media dell'Isola, di 394 euro, e di gran lunga peggiore rispetto a città come Palermo, Caltanissetta ed Enna. Del resto, è proprio in Sicilia il capoluogo di provincia con la Tari più alta, Catania, arrivato a quota 504 euro annui.

Il merito di questo abbassamento per Ragusa, ovviamente, va ascritto quasi esclusivamente all'avvio del sistema di raccolta differenziata, che è nettamente salita nella seconda parte del 2018 e per tutto il 2019, dalle percentuali scarse degli scorsi anni. 

Il segno, peraltro, che tutti coloro che erano stati critici verso questo sistema, avevano quanto meno peccato di scarsa lungimiranza. 

Gli effetti dell'avvio del nuovo sistema, infatti, progressivamente, come riportato d'altra parte nel dossier, porteranno effetti naturalmente benefici. Resta un ciclo, comunque, ricco di criticità, come rilevato, ad esempio, dallo stesso Sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, nei giorni scorsi, auspicando che, a breve, si arrivi a determinazioni decisive per chiudere la filiera dei rifiuti su base provinciale, come peraltro previsto dal piano regionale. Di questo aspetto ci occuperemo molto presto nel dettaglio.

 

HAI GIÀ SCARICATO L'APP DI ZTL? SE HAI UN DISPOSITIVO ANDROID, SCARICALA ORA, PER ESSERE SEMPRE INFORMATO, DIRETTAMENTE SUL TUO SMARTPHONE, SU TUTTO CIÒ CHE È IMPORTANTE PER TE.

ZTL | L'informazione cambia rotta
Scarica l'app di ZTL gratuitamente su Google Play Store
SCARICA